Cos’è la certificazione ISO 9001?

Si fa presto a parlare di “qualità”. Ma come si garantisce che questa sia vera ed effettiva e non solo una parola buttata lì, per accattivare l’attenzione? La risposta è fin troppo ovvia: esistono delle certificazioni, riconosciute a livello internazionale. Tra queste rientrano le norme definite dall’International Organization for Standardization per delineare i requisiti di gestione della qualità nelle aziende. Si tratta di norme per lo più generali e flessibili, applicabili in svariati campi. Una delle più note è la ISO 9001.

Strumento essenziale, benché formalmente non obbligatorio, per le imprese che intendono migliorare la propria produttività e acquisire aggressività sul mercato. Essa è di fatto indispensabile per chi opera nel settore edile, soprattutto se si parla di appalti pubblici. Con il certificato di conformità ISO 9001 si dimostra al cliente finale che l’attività dell’impresa rispecchia pienamente i requisiti e gli standard di qualità nella realizzazione dei propri prodotti. Tutto il processo è ripercorribile e verificabile e si può per tanto riporre piena fiducia nel servizio offerto da chi è in possesso di tale “marchio”, riconosciuto in 170 paesi.

La fidelizzazione del consumatore è infatti uno degli aspetti chiave su cui molti imprenditori investono. La certificazione ISO 9001 – la cui validità è subordinata ad un sorveglianza semestrale o annuale e al riesame completo del sistema di gestione con periodicità triennale, da parte dell’ente certificatore – garantisce che ci sia attenzione nell’operato dell’azienda riguardo il miglioramento continuo e costante della propria attività.

Per ottenere il certificato sono necessari vari passaggi. Innanzitutto sarebbe opportuno avvalersi di una società di consulenza, specializzata nella creazione dei Sistemi di Gestione della Qualità, ma volendo si può anche fare da sé. L’importante è che il progetto soddisfi i canoni minimi richiesti. Dopo di ché si sottopone il proprio SGQ all’analisi di un’agenzia abilitata al rilascio del certificato. Questa è a sua volta accreditata presso l’organo designato dal governo italiano ad attestare competenza, indipendenza e imparzialità nelle verifiche. I punti focali su cui si concentra la valutazione qualitativa sono l’individuazione delle eventuali carenze dell’azienda e l’indicazione degli interventi previsti per ridurle, la formazione del personale interno e, non ultimo, il sistema di monitoraggio costante per il mantenimento efficiente degli standard qualitativi.

Per saperne di più vai al sito internet www.lecasebio.com, o chiedi ai professionisti tramite il numero 335/6210422 e l’indirizzo mail info@lecasebio.com.

LE CASE BIO

V. Conegliano 43
31058 Susegana (TV)

Telefono

(+39) 335 62 10 422

Email

info@lecasebio.com

Facebook

Seguici subito!

Instagram

Resta aggiornato!

YouTube

Scopri il canale!


si4web

Privacy Policy Cookie Policy

LE CASE BIO di Paolo Basso | P. IVA 04863220267 | URI TREVISO | REA 404799 | Cap.Sociale 10.000 E.